Enciclopedia delle armi - a cura di Edoardo Mori
    torna indietro
 

Home > Menu 1 > Sottomenu > Documento

back

Il taser

Airtaser
Mod. M26 della Airtaser

Il Taser è un'arma da difesa nata all'inizio degli anni 1970 dal miglioramento dei manganelli elettrici; l'idea nuova di un certo John Cover fu di consentire la scarica elettrica a distanza mediante due freccette collegate al generatore di scarica ciascuna da un sottile filo elettrico isolato e sparato fino ad una distanza di 5 o 6 metri. Il nome è una abbreviazione per "Thomas A. Swift's Electronic Rifle" dove Thomas A. Swift è l'eroe di un fumetto popolare all'epoca!
La scarica prodotta è, come avviene usualmente in questi apparecchi (tra cui anche la "frusta elettrica" per il bestiame) una scarica ad alto voltaggio (circa 50.000 volt) e a basso amperaggio (6 milliampère), partendo da una normale batteria a 7,2 volt.
stunt gun
Schema di principio di un storditore elettrico

Un amperaggio così basso sarebbe però insufficiente a produrre gli effetti voluti e perciò la carica viene concentrata in un condensatore da cui viene rilasciata ad impulsi di 4-5 microsecondi (milionesimi di secondi), con picchi di 5-6 Amp. e con un ritmo di una quindicina di impulsi al secondo che si scaricano ogni volta che attraverso il corpo si chiude il circuito tra le due freccette. Non è necessario che le freccette tocchino la cute, ma è sufficienti che si piantino negli abiti in qualsiasi punto del corpo. Quindi la superficie vitale da colpire è molto ampia (uno spray agisce solo sul volto, una pistola solo sul tronco).
Le frecce agiscono tanto più efficacmente quanto maggiore è la distanza fra di esse.Siccome esse viaggaino con un angolo di 8 gradi, ad un metro saranno distanti 15 cm. e a 5 metri 65 cm. Se si colpisce con una sola freccia non si ha alcun effetto ed allora conviene correre contro l'avversario per usare l'arma a contatto (se una freccia ha colpito il bersaglio,. meglio toccare il corpo in un punto lontano dalla freccia). La scaricsa agisce meglio sul muscolo che su altri tessuti. Se si colpisce il ventre può accadere che l'avversario abbia ancora la capacità di aggredire e ferire.
Nei manganelli elettrici (stun weapons) che lavorano senza impulsi e nell'ambito dei 7-14 Watt, la scarica è molto molesta ma non sufficiente a far crollare a terra il soggetto colpito, che talvolta può presentare una particolare resistenza. Il sistema a pulsazioni agisce direttamente sui muscoli facendo cadere a terra la persona per le conseguenti contrazioni che lo riducono in posizione fetale (Electro-Muscular Disruption, EMD).I prodotturi attestano una incapacitazione totale nel 99,5% dei casi

Una scarica di questo tipo riesce ad inabilitare una persona nel giro di due secondi. Può invece non essere efficace contro animali (è del tutto sconsigliabile di usarli per la caccia di frodo al cinghiale!). È considerata praticamente innocua dai 2 ai 70 anni di età. Come per ogni prodotto ne è sconsigliato l'uso su donne incinte.
Le affermazioni sulla innocuità provengono però solo dal produttore. Nel novembre 2004 lo Air Force Research Laboratory (AFRL) ha pubblicato la notizia che i Taser e apparecchi analoghi provocano acidosi del sangue che hanno come conseguenza pericolose alterazioni del ritmo cardiaco fino all'arresto cardiaco . Ha quindi smentito le affermazione del produttore che attribuiva allo AFRL attestazioni di innocuità. Pare che dal 2001 siano morte 70 persone dopo essere state colpite dalla scarica elettrica.
Il taser incontra sempre più favore tra le forze di polizia perché permette di immobilizzare persone violente senza dover ricorrere ad armi da sparo del tutto eccessive per lo scopo da ottenere e che provocano guai a non finire in caso di incidente. Inoltre il taser è d'obbligo per gli interventi su aerei in cui solo poche persone con alta preparazione specifica hanno il controllo dei nervi e dell'arma necessario per evitare di forare la carlinga pressurizzata, con effetti tragici.
Attualmente vi sono sul mercato due tipi di taser.
I taser della Tasertron in California
I taser della Taser International in Arizona
La differenza sostanziale tra le i due prodotti è che il primo usa come propellente per lanciare le freccette un normale innesco acceso per via elettrica, mentre il secondo (Air Taser) usa un contenitore con anidride carbonica. Purtroppo non vengono impiegate le normali bombolette, ma delle cariche speciali che costano circa 60 Euro.

tasertron
Mod. 95 HP della Tasertron

  Il modello più sofisticato della Tasertron è attualmente quello 95 HP, destinato a forze di polizia, con batterie al litio da 15 volt e distanza d'impatto massima di 21 piedi (la distanza ottimale di impiego è di 5-18 piedi). I valori elettrici sono 50.000 volt, 133 mA, 18 W. È munito di un puntatore laser incorporato e il produttore assicura che le freccette colpiranno entro un raggio di tre pollici dal punto luminoso. Viene caricato inserendo anteriormente la "cartuccia" che contiene due unità di lancio complete così che consente di sparare una seconda volta, nel caso si fosse mancato il bersaglio la prima volta. Pesa circa 500 grammi e le freccette vengono lanciate alle velocità di circa 60-65 ms. Se un ciclo di 5 secondi con 15-20 impulsi è troppo breve per consentire, ad, esempio, di ammanettare l'avversario, si può ripremere il grilletto per cicli ulteriori, fino a 60 secondi. E' possibile bloccare l'arma in modo da avre il ciclo ripetitivo e quindi si può lasciare l'avversario a terra con la pistola collegata a lui e scappare con tutta comodità.
Il modello più sofisticato della Air Taser,fino al 2002 era lo M26 (26 Watt, 162 mA;) la cartuccia con la carica di gas , fili e frecce è contenuta nella parte anteriore e si cambia rapidamente; Però non si possono sparare due colpi in rapida sequenza come nel modello precedente; ogni coppia di cariche costa 35 Euro. Usa batterie normali ed ha un chip che registra data e ora dell'impiego.
Il costo di un taser è di circa 500 euro per il modello più sofisticato a forma di pistola e con puntatore laser; modelli a forma di scatola costano circa la metà.
Nel 2003 sono usciti i modelli X26 D per uso civile e X26 E per usi di polizia, entrambi da 26 Watt, con prestazioni superiori del 5%, ma che consumano 1/5 dell'energia dei modelli precedenti (è stato miliorato ilsuperamento dei vestiti da parte della corrente che nei modelli anteriori assorbiva il 90% della scarica.Sono circa la metà dei modelli precedenti per peso gr. 285 cariche) e dimensioni.
Questi nuovi modelli consentono di individuare il possessore dell'arma perché assiene alle frecce sparano una serie di dischetti con sopra il numero di serie della cartuccia. I modelli per polizia dispongono anche di un chip che registra tempi e modo di impiego.

taser  XP26

 Nella pratica di polizia si sono dimostrati estremamente efficaci, specie se muniti di laser che ne aumenta l'effetto deterrente; in Florida, dove è stata sperimentata in alcune località, l'uso di armi da fuoco da parte della polizia si è ridotto a zero e le lesioni a criminali o poliziotti si sono ridotte del 70%. Trovano buon impiego sugli aerei ove non è pensabile di sparare con armi da fuoco.

Normativa
Per la legge italiana questi apparecchi sono considerati armi proprie. Non sono considerati armi comuni da sparo in quanto essi non proiettano un proiettile attraverso una canna, che è requisito comune a tutte le armi da sparo (salvo l'espressa eccezione delle lanciarazzi, in cui l'artificio è contenuto in un tromboncino e che sono state assimilate alle armi comuni per volontà del legislatore). Per importarli occorre licenza di importazione.
Come armi proprie esse possono essere vendute solo da armieri e solo a persone munite di porto d'armi o di nulla osta. Non possono essere portare per nessun motivo, neppure da chi ha licenza di porto d'armi.
Solo la frusta elettrica per vaccari non è arma ma strumento, può essere acquistata liberamente e può essere portata per giustificato motivo (meglio avere una vacca davanti!)

 


torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it