Enciclopedia delle armi - a cura di Edoardo Mori
    torna indietro
 

Home > Menu 1 > Sottomenu > Documento

back

La spongata "degli Svizzeri" di Pontremoli

Ingredienti: 2 h di miele delicato e diluito a caldo con 5 cl di vino bianco; 2 h complessivamente di mandorle non pelate, gherigli di noci, nocciole, pignoli; 100 g di uva sultanina; 1 h di cedro candito; un cucchiaino di cannella, mezzo cucchiaino ciascuno di chiodi di garofano, e noce moscata ben macinati; un cucchiaio di zenzero macinato; 20 g. di cacao amaro; 50 gr. di biscotti marie ben sbriciolati; una presa di sale e una di pepe.
Preparazione: macinare la frutta secca (i pignoli però possono essere lascati interi) tritare finemente cedro ed uvetta (questa va lavata in acqua calda e poi strizzata; si può profumare con un cucchiaio di rum), mescolare bene tutti gli ingredienti e lasciar riposare per un giorno; se l’impasto fosse troppo consistente, aggiungere un cucchiaio di marsala; se non si vogliono usare i pinoli, aumentare la dose degli altri frutti. Evitare canditi o liquidi che possano dare un tocco di acido.
Le dosi sono per una spongata di 26-30 cm. di diametro. Fare due dischi di sfoglia di pasta frolla (3 h di farina, 1 h di burro , un 1 h di zucchero) o  usare dischi di pasta frolla pronta. Stendere su un disco il ripieno a forma di cupola lasciando libero un bordo di 2 cm. da spalmare con l’uovo battuto. L’altezza al centro sarà di circa 4 cm. Coprire con l’altro disco e saldare il bordo. Lucidate con rosso d’uovo, bucherellare e cuocere per 30 minuti a 160°, in forno caldo, finché è dorata. Mangiare dopo un giorno o due; ben fasciata in carta d’alluminio si conserva per qualche settimana.
Nella preparazione artigianale si usava imprimere stemmi e festoni sulla parte superiore. Per far ciò si usavano stampi di legno concavi e decorati entro cui si appoggia la sfoglia e poi il ripieno che viene ben appiattito  e ricoperto con la sfoglia del fondo; si capovolge e si inforna.

27 - XII - 2017

 


torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it